Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ancora tre banche svizzere - tra cui due cantonali - hanno raggiunto un accordo con le autorità americane nell'ambito del contenzioso fiscale, evitando di essere perseguite per aver aiutato facoltosi clienti statunitensi ad evadere il fisco.

Mercantil Bank (Schweiz) pagherà 1,172 milioni di dollari, la Banca cantonale neocastellana (BCN) 1,123 milioni e quella nidvaledse (NKB) 856'000 dollari, ha reso noto oggi il Dipartimento di giustizia di Washington.

Sale così a venti il numero degli istituti elvetici che hanno messo fine alla vertenza nel quadro del programma di regolarizzazione degli USA.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS