Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Diverse ore dopo l'annuncio da parte di Kiev di una operazione anti terrorismo a Sloviansk, nella regione di Donetsk, nell'Ucraina orientale, gli insorti filorussi controllano ancora la sede della polizia e quella dei servizi segreti (Sbu). Lo ha constatato l'ANSA sul posto. I morti e i feriti di cui ha parlato il ministro dell'Interno sembrano quindi riferirsi allo scontro a fuoco tra insorti e forze dell'ordine ad un posto di blocco dei filorussi sulla strada tra Sloviansk e Artiomovsk

Davanti al comando di polizia occupato dagli insorti ci sono alcune centinaia di manifestanti filorussi, molti dei quali portano al petto il nastrino nero e arancione dell'ordine di San Giorgio, simbolo di vittoria in Russia. A difesa della sede della polizia, i filorussi hanno innalzato delle barricate fatte di pneumatici e filo spinato, e nella zona non c'è traccia di forze dell'ordine ucraine. Gli insorti sono armati di bastoni e spranghe di metallo, ma anche di kalashnikov.

SDA-ATS