Navigation

Ancora scontri a Baghdad, un manifestante ucciso e 21 feriti

Continuano le proteste a Baghdad. KEYSTONE/AP/HADI MIZBAN sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 novembre 2019 - 15:17
(Keystone-ATS)

Continuano le proteste a Baghdad dove oggi un manifestante è rimasto ucciso altri 21 feriti in scontri con le forze dell'ordine.

Stando a fonti ufficiali e ospedaliere, che parlano in condizione di anonimato, l'uomo è morto dopo essere stato colpito da un proiettile di gomma esploso dalle forze di sicurezza lungo Rasheed Street, nei pressi del ponte di Ahrar.

Le fonti affermano che gli scontri sono in corso sul ponte Ahrar, che conduce alla zona della città dove sorgono alcune sedi istituzionali, obiettivo dei manifestanti, in piazza dai primi di ottobre.

In circa due mesi di proteste e repressione sono state uccise in Iraq più di 330 persone e circa 15mila sono i feriti. La tensione rimane alta anche nelle regioni del sud del Paese in rivolta: si registrano anche oggi strade bloccate e scontri tra manifestanti e polizia nelle città di Nasiriya, Najaf, Karbala.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.