Navigation

Angola: carica di elefanti distrugge villaggio

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 marzo 2010 - 18:51
(Keystone-ATS)

LUANDA - Un branco di elefanti ha caricato un villaggio nel Sud dell'Angola distruggendo fattorie e decine di abitazioni e costringendo i 4 mila abitanti a fuggire nella confinante Namibia. Lo ha detto oggi un funzionario locale del villaggio, Manuel Jamba.
Secondo quanto ha raccontato, nessuno è rimasto ucciso in quella che è stato definita "una lotta fra uomini e animali": tutto è accaduto nel fine settimana nel villaggio di Mucusso.
L'insolita vicenda avviene otto anni dopo la fine della trentennale guerra civile che ha quasi cancellato la fauna selvatica del Paese: più di 100'000 elefanti, migliaia di rinoceronti e bufali sono stati uccisi in seguito ai combattimenti.
Invece ora le cose stanno cambiando e "la situazione a Mucusso è ormai preoccupante" ha detto Jamba in un'intervista alla Radio nazionale. Jamba ha poi precisato che gli elefanti provenivano dal Botswana, una delle riserve naturali più importanti dell'Africa, e ha chiesto al governo dell'Angola di prendere provvedimenti per fermare gli animali che, dato che la guerra è finita, tendono a tornano nel Paese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?