Navigation

Appello premier francese a sindacati, 'riprendere il dialogo'

Il premier francese Edouard Philippe alla presentazione della riforma delle pensioni KEYSTONE/EPA AFP POOL/THOMAS SAMSON / POOL sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 dicembre 2019 - 19:28
(Keystone-ATS)

Nella Francia segnata dalla protesta sociale contro la riforma delle pensioni, il premier Edouard Philippe si appella ai sindacati affinché riprenda "rapidamente il dialogo".

Intanto è confermato anche per domani, per l'ottavo giorno consecutivo, lo sciopero dei trasporti pubblici.

In particolare, il braccio destro di Emmanuel Macron si impegna a contattare le parti sociali già da questo pomeriggio per "vedere come riprendere rapidamente il dialogo".

"Stamattina ho preso nota della richiesta di alcuni partner sociali, in particolare Laurent Berger (il leader del sindacato riformista perno della trattativa Cfdt) di organizzare una riunione a Matignon (la sede del governo). L'ho detto ieri: la mia porta è aperta e la mia mano tesa", puntualizza su Twitter.

Da un sondaggio realizzato dall'istituto Odoxa-Dentsu Consulting per radio FranceInfo e il quotidiano Le Figaro, risulta intanto che la maggioranza dei francesi, il 61%, dice di non essere convinto dal discorso pronunciato ieri da Philippe, per presentare la riforma delle pensioni.

Dopo l'intervento del premier al Comitato Economico e Sociale, ieri mattina, il sostegno alla mobilitazione contro la riforma voluta da Macron resta importante. Oltre due terzi dei francesi, il 68%, ritiene che lo sciopero sia giustificato. Un dato invariato rispetto all'inizio della protesta, una settimana fa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.