Navigation

Apple: bene trimestre; botta risposta Jobs con Google-Rim

Questo contenuto è stato pubblicato il 20 ottobre 2010 - 07:33
(Keystone-ATS)

NEW YORK - Apple archivia un trimestre da record ma le vendite di iPad, pur superando quelle di Mac, deludono, così come le stime per il quarto trimestre. E il titolo di Cupertino cede in Borsa, dove chiude in calo del 2,7%.
A illustrare i risultati è, per la prima volta in due anni, l'amministratore delegato Steve Jobs che, a sorpresa, attacca i competitor, Google e Reserch in Motion (Rim) in primis. Alle dure parole di Jobs non si fanno attendere le repliche delle due società dirette interessate: "La gente è stanca di sentirsi dire quello che deve pensare" da Apple, afferma - riferisce l'agenzia Bloomberg - il co-amministratore delegato di Rim, l'azienda produttrice del Blackberry, Jim Balsillie, sottolineando come gli sviluppatori e i consumatori vogliono più opzioni di quelle che Apple può offrire.
Apple ha chiuso il terzo trimestre con un utile netto di 4,31 miliardi di dollari, in progresso del 70% rispetto all'anno precedente, a fronte di ricavi per 20,34 miliardi di dollari. A spingere i risultati sono le vendite di iPhone e Mac. Gli iPad venduti sono risultati leggermente inferiori alle attese del mercato, così come le stime per il trimestre in corso. "Siamo incredibilmente soddisfatti" nell'annunciare due record assoluti, ha spiegato l'amministratore delegato di Apple, mettendo in evidenza come l'iPhone abbia ormai superato il Blackberry.
"Le vendite di iPhone a 14,1 milioni di unità sono aumentate del 91% - ha aggiunto Jobs - superando ampiamente i 12,1 milioni di telefoni venduti da Rim durante il loro ultimo trimestre".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?