Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apple muove passi veloci verso l'iCar. Secondo indiscrezioni del sito ApfelBlog, Cupertino avrebbe aggiunto la categoria "veicoli" ai documenti aziendali che descrivono le attività della società. Per gli analisti di Morgan Stanley, l'ingresso di Apple nel settore auto potrebbe portare la compagnia a un valore di mille miliardi di dollari entro 12 mesi, rispetto ai 750 milioni attuali. In attesa di capire anche i benefici economici che porterà l'Apple Watch.

Intervistato dal quotidiano tedesco Bild, il Ceo Tim Cook non ha confermato né smentito le voci sull'auto: "Ho letto le indiscrezioni. Non posso commentarle".

La notizia di cui si discute al salone di Ginevra, tuttavia, dà nuovo corpo all'ipotesi di una macchina elettrica. Nella descrizione delle attività societarie sono infatti stata aggiunta la categoria che comprende "Veicoli; Apparecchi di locomozione terrestri, aerei o nautici; componenti hardware elettroniche per autoveicoli; Dispositivi antifurto; Allarmi antifurto per veicoli" e via dicendo.

Questo, tuttavia, non si traduce automaticamente nella produzione di un'auto 'made in Cupertino', che secondo Bloomberg dovrebbe iniziare nel 2020, ma potrebbe limitarsi alle tecnologie sempre più presenti negli abitacoli.

Lo stesso Cook nei giorni scorsi ha spiegato al Telegraph che l'Apple Watch, che sarà svelato il 9 marzo, potrà sostituire le chiavi dell'auto. Ma non solo. Stando ad alcune indiscrezioni, Cook avrebbe detto che lo smartwatch, oltre a salute e fitness, rivoluzionerà anche il settore alberghiero, per il check-in e sostituendo le chiavi delle camere e quello della ristorazione, pagando il conto con l'orologio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS