Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apple lancia la nuova versione di OS X, il sistema operativo per i suoi Mac: si chiama 'Yosemite' e graficamente ricorda iOS 7, quello degli iPhone. A presentarlo è Craig Federighi, vicepresidente dell'Ingegneria Software di Apple, dal palco della conferenza degli sviluppatori a San Francisco.

Il precedente sistema operativo Maverick è stato installato 40 milioni di volte da ottobre, pari al 51% dei Mac in circolazione. Secondo Apple, il sistema operativo Windows 8 del concorrente Microsoft, lanciato l'anno precedente, è stato installato sul 14% dei pc.

Il sistema OS X Yosemite mantiene la tradizione di avere un nome che fa riferimento alla California, lo stato in cui Apple ha sede. Yosemite somiglia molto a iOS 7 e include anche "un bellissimo nuovo cestino per la spazzatura. Non crederete a quanto tempo abbiamo speso per creare questo cestino", scherza Federighi. Per chi non ama i colori scintillanti di iOS, Yosemite ha una modalità 'dark mode' che consente di abbassare le tonalità, le icone sono semplificate, ci sono più animazioni e più trasparenze.

Federighi ha insistito sulla sicurezza di navigazione del browser Safari e sulle performance, 6,5 volte più veloce dei concorrenti Firefox e Chrome. Safari, inoltre, ha una funzione di ricerca potenziata, raccolta in una 'sidebar' ed è ottimizzato per lo streaming video ("due ore in più di autonomia per i portatili quando si vedono i film su Netflix").

SDA-ATS