Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Apple batte Samsung. La società sud coreana ha infranto alcuni dei brevetti di Cupertino e deve alla Apple 1,05 miliardi di dollari, meno dei 2,5 miliardi che Apple chiedeva ma decisamente di più di quanto Samsung si attendesse. La giuria della corte di San Jose, in California, consegna all'azienda di Steve Jobs un'importante vittoria: Samsung ha infranto sei brevetti della Apple, di cui almeno tre "volontariamente".

Fra i brevetti infranti dalla società sud coreana, prima per le vendite di smartphone nel mondo, ci sono quelli relativi al multitouch, allo scroll (ovvero lo scorrimento sul touch screen), ma anche alcune modalità di zoom e navigazione, oltre al design dei dispositivi mobili. I nove giurati hanno raggiunto il verdetto dopo 22 ore di camera di consiglio: l'unico brevetto - fra quelli che Apple reclamava - che Samsung non ha infranto è quello relativo al design del proprio tablet la forma rettangolare e gli angoli addolciti in una curva non intaccano il il brevetto sull'iPad. Apple plaude alla decisione della giuria. È un "messaggio forte e chiaro: rubare non è giusto".

Samsung replica seccamente: il verdetto è una "perdita per i consumatori americani", "riduce l'innovazione e la scelta": quella della giuria "non è l'ultima parola".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS