Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Tribunale cantonale di Appenzello Esterno in prima istanza ha condannato a 30 mesi, di cui 18 sospesi, un contadino 60enne di Rehetobel (AR) che nel 2010 aveva chiesto a tre uomini di dare una lezione al vicino di fattoria.

I tre avevano calcato la mano e lo avevano massacrato di botte.

L'accusa chiedeva 18 mesi con la condizionale per istigazione all'aggressione, lesioni semplici, aiuto a sequestro di persona e altri delitti. La difesa proponeva una pena non superiore ai tre mesi sospesi, argomentando che la vittima del pestaggio era stata gravemente ferita dagli esecutori ma non per colpa dell'imputato, che voleva solo "dare una strigliata" al vicino, con il quale era in cattivi rapporti da anni e che, a suo dire, aveva tentato di avvelenargli le mucche.

I fatti risalgono all'8 di giugno del 2010. I tre aggressori, di nazionalità serba, la mattina presto si erano nascosti nella stalla della vittima aspettando che venisse a mungere la mucche. Due di loro avevano pestato l'agricoltore, allora 34enne, causandogli una lesione cerebrale, la rottura del setto nasale, la frattura multipla di una mano e contusioni su tutto il corpo: l'uomo ha trascorso vari giorni in cure intensive e ha dovuto essere operato più volte. Il terzo complice aveva fatto da palo.

La vittima, che soffre ancora adesso di problemi fisici e psichici in seguito all'aggressione, aveva chiesto un risarcimento danni di 216'000 franchi e una riparazione morale di 20'000 franchi. Per mesi non ha potuto lavorare nella fattorie e accudire il bestiame e ha dovuto pagare personale ausiliario. Il Tribunale ha rinviato questo aspetto alla giustizia civile.

Il mandante del pestaggio, che da allora è andato volontariamente in psicoterapia ed è diventato padre di due bambini, ha pagato in totale 17'500 franchi ai tre esecutori. Siccome questi ultimi pretendevano altri 30'000 franchi, è andato dalla polizia dove si è denunciato e li ha denunciati. Durante la consegna del denaro si è proceduto agli arresti. I 18 mesi potranno essere scontati in un regime di semilibertà, ha deciso la corte.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS