Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Prima decapitazione oggi in Arabia Saudita sotto il nuovo sovrano, re Salman. Un uomo condannato per aver violentato delle minorenni è stato messo a morte in pubblico a Gedda.

Ma il suo caso giudiziario ha sollevato molte polemiche, fatto insolito in un paese dove i media non danno molto spazio a crimini violenti. L'uomo, Moussa al-Zahrani, padre di sei figli, si è proclamato innocente fino alla fine, sostenendo che durante le indagini alcuni poliziotti erano stati corrotti. La sua famiglia lo ha difeso in modo compatto partecipando a trasmissioni televisive in cui hanno sottolineato numerose incongruenze del caso.

Domani il presidente americano Barack Obama arriva in visita a Riad per incontrare re Salman, succeduto a Re Abdullah, morto venerdì scorso.

L'Arabia Saudita è uno dei primi paesi al mondo per numero di esecuzioni. Nel 2013 sono state 78.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS