Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il riorientamento strategico di Arbonia Forster (AFG) comincia lentamente a dare i suoi frutti: il gruppo turgoviese attivo a livello internazionale negli equipaggiamenti (finestre, porte, impianti sanitari, superfici) per immobili in costruzione ha infatti archiviato l'esercizio 2014 con un fatturato di 1,017 miliardi di franchi, in aumento dell'1,3% rispetto all'anno precedente.

Al netto delle acquisizioni e degli effetti di cambio la cifra d'affari si è ridotta del 2,4%, precisa oggi AFG in una nota. Lo scorso novembre il gruppo turgoviese aveva rivisto al ribasso le previsioni per l'intero esercizio, ipotizzando un calo organico del 3% del fatturato. I dati resi noti oggi dalla società sono superiori alle previsioni degli analisti, che ipotizzavano un volume dei ricavi di 1,009 miliardi di franchi.

La divisione "Tecnica degli edifici" ha registrato una crescita del 2,4%, a 490,2 milioni di franchi. Malgrado una situazione congiunturale "molto difficile", l'unità è riuscita a rafforzare e migliorare la sua posizione sui mercati più stabili, ma assai concorrenziali, di Svizzera, Germania e Italia.

Nel comparto "Sicurezza degli edifici" le vendite sono aumentate del 2,7%, a 146,2 milioni di franchi. AFG considera questo risultato come "soddisfacente", vista la difficile situazione economica. Malgrado la forte pressione della concorrenza, le unità d'affari "Forster Profile Systems and Specialist Doors" sono riuscite a consolidare e in parte a migliorare la loro quota di mercato.

Le vendite della divisione "Involucri degli edifici" sono per contro crollate dell'8,5% a 376 milioni di franchi. Questo forte calo è dovuto soprattutto all'intensificarsi della concorrenza sul mercato elvetico, precisa AFG. L'importazione di finestre meno care, favorita dalla situazione monetaria dell'Unione europea, e la sovracapacità del mercato svizzero hanno esercitato una forte pressione sui prezzi.

A causa del continuo calo registrato dall'unità "Involucri degli edifici", il margine operativo 2014 delle attività cardine di AFG dovrebbe situarsi tra il 3 e il 3,5% percento, al di sotto delle attese. Inoltre, l'abolizione del tasso minimo di cambio di 1.20 franchi per un euro avrà ripercussioni sull'esercizio in corso. Il gruppo turgoviese annuncia nella nota che avvierà "senza attendere" un'analisi dettagliata delle misure da adottare.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS