Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BUENOS AIRES - La Corte suprema argentina ha dichiarato incostituzionale l'indulto concesso anni fa all'ex dittatore Jorge Rafael Videla. Lo ha reso noto l'Alta Corte, precisando che la stessa decisione è stata presa nei confronti di José Alfredo Martinez de Hoz, ministro dell'economia dell'ultimo regime militare (1976-82) nel paese.
A differenza di Martinez de Hoz, che si trova in libertà e che ora potrebbe andare in prigione, Videla è in carcere in attesa di una serie di processi giudiziari per casi relativi a delitti di lesa umanità commessi durante la dittatura.
In entrambi i casi, la Corte Suprema ha deciso di sospendere l'indulto concesso nell'ambito di un processo giudiziario per il sequestro, nel 1976, dell'imprenditore Federico Gutheim e del figlio, Miguel Ernesto.
Gli indulti nei confronti di Videla e Martinez de Hoz - entrambi di 84 anni - erano stati approvati nel 1999 dall'allora presente Carlos Menem.

SDA-ATS