Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un incidente ferroviario questa mattina alla stazione Once di Buenos Aires ha causato almeno 80 feriti, secondo la stampa locale che cita fonti ospedaliere. "Trentasei feriti, di cui cinque gravi, sono stati trasportati in ospedale a bordo di ambulanze. Le altre persone ferite hanno lasciato la stazione con i propri mezzi. Non ci sono morti", ha detto il responsabile per la Sicurezza, Sergio Berni.

Un convoglio ha sfondato alle 07:25 locali (le 12:25 in Svizzera) il respingente del binario due, lo stesso della tragedia del 22 febbraio dello scorso anno, quando il bilancio fu di 51 morti e quasi 700 feriti. La causa più probabile dell'incidente è la rottura dei freni.

"Non abbiamo sentito il rumore della frenata e l'impatto è stato molto forte. Le porte non si aprivano", ha raccontato uno dei feriti. Testimoni raccontano che alcuni passeggeri inferociti hanno tentato di linciare il macchinista al grido di "assassino". Il ferroviere è stato preso in custodia dalla polizia ed accompagnato nell'ospedale 'Ramon Mejia' della capitale argentina.

Il ministro della Sicurezza di Buenos Aires, Guillermo Montenegro, ha precisato che il macchinista è agli arresti in ospedale, su ordine del giudice federale Ariel Lijo. L'incidente ha scatenato le opposizioni che, ad una settimana dal voto per le elezioni legislative, denunciano le gravi carenze dei trasporti pubblici. Un'altra tegola per la presidente Cristina Kirchner, ancora convalescente per i postumi di un intervento chirurgico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS