Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ballottaggio in vista, il 22 novembre, alle presidenziali in Argentina tra il peronista Daniel Scioli e il candidato del centrodestra Mauricio Macri.

Scrutinato il 92,8% dei voti, il rappresentante del 'Frente para la Victoria' ha avuto il 36,3% a fronte del 34,7% del leder della coalizione 'Cambiemos'.

"Quanto successo questa notte cambia la politica dell'Argentina", ha sottolineato Mauricio Macri. In un breve intervento davanti ai suoi simpatizzati in festa al centro 'Costa Salguero' a Buenos Aires, il candidato della coalizione Cambiemos si è dimostrato sicuro che dopo il primo turno di ieri l'esito delle elezioni si deciderà al ballottaggio, il 22 novembre.

Dopo aver fatto un appello proprio in vista del secondo turno "agli elettori degli altri candidati", Macri ha d'altro lato "promesso che a partire dal 10 dicembre l'Argentina migliorerà di giorno in giorno", riferendosi così alla data dell'insediamento del nuovo presidente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS