Navigation

Armenia-Azerbaigian: Baku, intensi combattimenti

Gli scontri continuano intensamente nel Nagorno Karabakh. Keystone/EPA AZERBAIJAN DEFENCE MINISTRY/AZERBAIJAN DEFENCE MINISTRY / HA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 29 settembre 2020 - 10:01
(Keystone-ATS)

L'Azerbaigian riferisce che tra ieri notte e stamattina "intensi combattimenti" tra le forze azere e i separatisti armeni del Nagorno-Karabakh "sono proseguiti lungo l'intero fronte". Lo riporta l'agenzia Tass.

Secondo l'Azerbagian, le forze armene avrebbero tentato di "riprendere le posizioni perdute" con azioni militari nelle direzioni di Fizuli-Jabrailsky e Agder-Tertersky, ma sarebbero state respinte dalle truppe azere, che ora riferiscono di portare avanti un'offensiva per conquistare la cittadina di Fizuli.

L'Armenia, da parte sua, sostiene che le forze separatiste armene del Nagorno-Karabakh abbiano "respinto le offensive azere in vari settori della linea del fronte" e annuncia "gravi perdite" tra le file azere. Gli azeri dichiarano invece che "una colonna motorizzata e un'unità di artiglieria armene sono state distrutte".

Al momento si ha notizia di almeno 95 persone morte in seguito agli scontri. La repubblica autoproclamata del Nagorno-Karabakh fa sapere di 84 propri miliziani caduti e ci sono inoltre almeno 11 civili morti, nove in Azerbaigian e 2 sul lato armeno. Le autorità azere non hanno pubblicato informazioni sui loro militari caduti.

Sulla crisi nel Caucaso oggi alle 17.00 al Consiglio di Sicurezza dell'Onu è in programma una discussione d'emergenza a porte chiuse.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.