Navigation

Arrestati sospetti furto orologi museo Le Brassus

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 aprile 2011 - 14:03
(Keystone-ATS)

Bel colpo degli inquirenti elvetici e francesi nella vicenda dei numerosi orologi antichi e di esemplari anche unici rubati nel settembre scorso dal museo Audemars-Piguet a Le Brassus (VD). Venerdì le forze dell'ordine sono infatti riuscite ad arrestare tre persone - una a Marsiglia (F) e due alla frontiera franco-svizzera a Ginevra - e a ritrovare 12 orologi, fra cui uno specialmente prodotto per Arnold Schwarzenegger per il suo film "Terminator 3".

Il furto nel museo privato, ricavato nella dimora abitata un tempo dalla famiglia Audemars e accessibile solo su invito, era avvenuto nella notte tra il 14 e il 15 settembre 2010. Dopo aver frantumato finestre blindate al primo piano, i ladri si erano impossessati della quasi totalità degli orologi situati in una delle sei sale espositive.

Si era trattato di un furto estremamente rapido, della durata di due minuti al massimo. La polizia era intervenuta sei minuti dopo l'attivazione del sistema d'allarme, provocato dalla frantumazione delle finestre.

Le ricerche, condotte in collaborazione con le autorità francesi, finora non avevano permesso di catturare i fuggiaschi. In un primo tempo non era neppure stato svelato il valore del bottino. Ora si parla di circa due milioni di franchi. L'inchiesta dovrà pure determinare quale è stata l'esatta implicazione dei tre individui nell'affare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?