Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BREGENZ - La polizia del canton Appenzello Esterno ha arrestato questo pomeriggio un uomo sospettato di aver picchiato a morte un bambino di tre anni sabato a Bregenz (Austria), sul lago di Costanza.
Norbert Schwendiger, investigatore capo della polizia regionale del Voralberg, ha confermato all'ATS una notizia in tal senso data dall'agenzia austriaca APA. "Abbiamo ricevuto la conferma che si tratta del ricercato": un tossicodipendente serbo di 25 anni, cresciuto nel Voralberg e compagno della madre del piccolo.
L'uomo è stato fermato in Svizzera in occasione di un controllo della circolazione stradale e non ha opposto resistenza all'arresto, avvenuto dopo le 14.00. Secondo Schwendiger, la procedura di estradizione sarà presto avviata. Non si è ancora proceduto all'interrogatorio del sospettato.
Secondo quanto finora noto agli inquirenti, il venticinquenne sabato sera doveva accudire i due bambini della compagna, di sei e tre anni, poiché la donna lavorava. Il giovane ha chiamato i soccorsi affermando che un bambino era caduto dalle scale. I sanitari hanno tentato invano di rianimare il piccolo. Il serbo è poi fuggito prima dell'arrivo della polizia.
La madre, anch'essa di 25 anni, e il fratello della vittima, che probabilmente ha assistito al dramma, si trovano tuttora in ospedale, dove vengono assistiti psicologicamente. La donna frequentava il serbo da circa sei mesi e da due vivevano assieme.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS