Navigation

Ashton: molto vicino sì di Abu Mazen a negoziati diretti

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 agosto 2010 - 16:41
(Keystone-ATS)

BRUXELLES - Il presidente palestinese Abu Mazen è "molto vicino" a dare il suo assenso alla ripresa di negoziati diretti con Israele: è quanto ha scritto Catherine Ashton, alto rappresentante della politica estera Ue, in una lettera inviata ai ministri degli Esteri dei 27. Lo si apprende da fonti di Bruxelles.
"Abu Mazen ha chiesto qualche giorno in più per consultarsi con i partner arabi, con Fatah e con l'Olp, e dovrebbe essere in grado di dare una risposta definitiva entro domenica o i primi giorni della prossima settimana al massimo", ha detto nella sua missiva Ashton, che è anche membro del Quartetto per il Medio Oriente composto da Ue, Russia, Usa e Onu. Se il presidente palestinese darà il suo assenso, i negoziati diretti potranno "cominciare a fine agosto", ha spiegato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.