Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono arrivati soprattutto da Eritrea e Siria i richiedenti asilo in Svizzera in maggio.

KEYSTONE/LAURENT GILLIERON

(sda-ats)

Nel mese di maggio in Svizzera sono state presentate 1451 domande d'asilo, ossia l'11% in più che in aprile, ma il 23% in meno rispetto al maggio dell'anno scorso.

Lo riferisce una nota odierna della Segreteria di Stato della migrazione (SEM), in cui si precisa che i principali Paesi di provenienza dei richiedenti erano Eritrea (220 domande, ossia 26 in meno rispetto ad aprile), Siria (212 domande; -5), Afghanistan (100 domande; +25), Somalia (93 domande; +52), Sri Lanka (84 domande; +24) e Guinea (67 domande; -3).

In maggio, la SEM ha liquidato in prima istanza 2339 domande d'asilo, di cui 483 per non entrata in materia, 534 con la concessione dell'asilo e 706 con l'ammissione provvisoria. Rispetto al mese precedente i casi in giacenza sono diminuiti di 763 unità, a 24'002.

Nel periodo in rassegna 655 persone hanno lasciato la Svizzera sotto il controllo delle autorità. Agli Stati aderenti all'Accordo di Dublino sui profughi la Confederazione ha chiesto la presa a carico di 686 richiedenti asilo. 185 persone state trasferite nel Paese competente. Berna ha invece ricevuto 450 domande di presa a carico e 81 persone sono state giunte in Svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS