L'anno scorso la Confederazione ha versato 98,5 milioni di franchi per il soccorso d'emergenza ai richiedenti l'asilo la cui domanda è stata respinta o su cui non si è entrati nel merito (NEM). Un totale di 14'290 persone tenute a lasciare la Svizzera hanno beneficiato di queste prestazioni per una durata media di 102 giorni sotto forma di alloggio, vitto, abbigliamento e assistenza medica di base.

Come già nel 2011, i beneficiari provenivano essenzialmente da Nigeria, Serbia e Tunisia ed erano per l'80% uomini, ha indicato oggi l'Ufficio federale della migrazione (UFM) in un comunicato.

Nel 2012 la Confederazione ha versato ai Cantoni un importo forfettario unico di 6111 franchi a persona. I costi effettivi sostenuti dai Cantoni per queste prestazioni sono stati di 74 milioni di franchi. La differenza è confluita nelle riserve cantonali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.