Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'anno scorso la Confederazione ha versato 98,5 milioni di franchi per il soccorso d'emergenza ai richiedenti l'asilo la cui domanda è stata respinta o su cui non si è entrati nel merito (NEM). Un totale di 14'290 persone tenute a lasciare la Svizzera hanno beneficiato di queste prestazioni per una durata media di 102 giorni sotto forma di alloggio, vitto, abbigliamento e assistenza medica di base.

Come già nel 2011, i beneficiari provenivano essenzialmente da Nigeria, Serbia e Tunisia ed erano per l'80% uomini, ha indicato oggi l'Ufficio federale della migrazione (UFM) in un comunicato.

Nel 2012 la Confederazione ha versato ai Cantoni un importo forfettario unico di 6111 franchi a persona. I costi effettivi sostenuti dai Cantoni per queste prestazioni sono stati di 74 milioni di franchi. La differenza è confluita nelle riserve cantonali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS