Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Se non fosse stato per la Russia di Putin, l'Isis e gli altri gruppi terroristici che operano in Siria avrebbero "occupato territori molto più vasti". Lo ha dichiarato il presidente siriano Bashar al Assad incontrando Vladimir Putin a Mosca. Lo riporta il Cremlino.

Assad ha inoltre espresso "enorme gratitudine a tutte le autorità della Federazione russa e al popolo russo per l'aiuto che forniscono alla Siria".

Assad ha quindi affermato che "tutti i passi politici intrapresi dalla Federazione Russa sin dall' inizio della crisi hanno evitato agli eventi in Siria" di raggiungere un livello "ancora più tragico". Il presidente siriano ha poi aggiunto che "naturalmente ognuno capisce che ogni azione bellica prevede dei passi politici ulteriori" e che "l'obiettivo comune per tutti deve essere quello di vedere il popolo siriano nel futuro del proprio paese".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS