Il primo ministro svedese Fredrik Reinfeldt si è detto oggi indignato per la posizione assunta dall'Ecuador nei confronti del sistema giudiziario svedese sul caso Assange.

"È inaccettabile", ha dichiarato Reinfeldt all'agenzia di stampa svedese TT commentando la posizione di Quito secondo cui i diritti della difesa non sarebbero rispettati in Svezia (dove Assange sarebbe dovuto essere estradato) e quindi l'Ecuador è stata costretta a concedere l'asilo al fondatore di Wikileaks

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.