Navigation

Assange: sospetto contagio Covid-19 per legale, sospeso processo

Sarà la giudice che presiede il procedimento a carico di Julian Assange, a stabilire tempi e modalità di un nuovo calendario. Nell'immagine un dimostrante che denuncia un processo politico. KEYSTONE/AP/Frank Augstein sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2020 - 13:29
(Keystone-ATS)

Il processo sulla controversa richiesta di estradizione di Julian Assange negli Usa, iniziato lunedì a Londra, è stato temporaneamente sospeso dopo che uno degli avvocati che rappresentano le autorità americane ha accusato sintomi di sospetto contagio da Covid-19.

L'udienza prevista oggi di fronte alla corte britannica di Old Bailey è stata cancellata e riprenderà solo quando - ha fatto sapere un portavoce - si conoscerà il risultato del test da coronavirus a cui è stato sottoposto il legale in questione: sarà la giudice che presiede il procedimento a carico del 49enne australiano, fondatore di WikiLeaks, a stabilire in quel momento tempi e modalità di un nuovo calendario.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.