Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BAAR ZG - In occasione dell'assemblea dei delegati dell'UDC a Baar (ZG) il ministro della difesa Ueli Maurer ha chiesto un ritorno alla sobrietà nell'esercito e ha criticato la politica del suo predecessore.
Negli ultimi anni l'esercito ha dimostrato grandi ambizioni, volendo "marciare con i grandi" e orientarsi verso la NATO, perdendo il senso della realtà. Ciò è inaccettabile e troppo costoso per un piccolo stato come la Svizzera, ha sottolineato. Dopo l'euforia, "dobbiamo ora cercare di riparare i danni".
La decisione, annunciata mercoledì dal Consiglio federale, di posticipare l'acquisto di nuovi aerei da combattimento è stata difficile da prendere poiché la Svizzera ne ha bisogno, ha affermato il capo del Dipartimento federale della difesa.
Ma la decisione è stata anche importante in quanto "ci dà un po' di margine di manovra". Se la Svizzera avesse comprato questi aerei si sarebbe dovuto rinunciare per diversi anni a un programma d'armamento, ha spiegato Maurer. "I nostri soldati, chiamati a garantire la nostra sicurezza, devono avere a disposizione i mezzi di cui hanno bisogno per compiere la loro missione."

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS