Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BAAR ZG - Nel suo discorso in apertura dell'assemblea dei delegati a Baar (ZG), il presidente dei Verdi Ueli Leuenberger ha aspramente criticato i partiti di governo. Le elezioni suppletive del 22 settembre sono "giochi di politica partitica".
I Verdi non hanno chiesto le elezioni suppletive, ha detto Leuenberger, e non fanno parte di quei partiti che nel giro di tre anni ritirano quattro membri dal Consiglio federale, "spesso per pura tattica elettorale".
"A un anno dalle elezioni dell'Assemblea federale e del governo ora si vuole anche ridistribuire svelto i dipartimenti", ha dichiarato il consigliere nazionale ginevrino. In questo modo si bloccano possibilità per il futuro e riforme.
Non abbiamo cercato queste elezioni, "ma visto che si tengono naturalmente vi parteciperemo". Secondo Leuenberger "a Berna c'è più bisogno dei Verdi, e c'è bisogno di noi anche in Consiglio federale".
Secondo il presidente del partito questa volta le chance di conquistare un seggio in governo "non sono molto elevate", tuttavia esistono. Leuenberger conta sul PS, che deve mantenere la sua promessa, e sul PPD, che deve attenersi alla sua piattaforma elettorale 2007.
Finora si sono annunciati come candidati dei Verdi i consiglieri nazionali Geri Müller (AG), Marlies Bänziger (ZH) e Brigit Wyss (SO).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS