Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Lo scorso anno gli assicuratori svizzeri hanno nuovamente accresciuto il volume dei premi incassati. La progressione è tuttavia stata nettamente meno marcata rispetto al 2013.

In base ai primi calcoli il settore Vita ha segnato un incremento dell'1,1%, contro il 5,4% in precedenza, indica l'Associazione svizzera d'assicurazioni (ASA) in una nota diffusa oggi. In particolare gli affari del ramo collettivo sono migliorati dell'1% soltanto, a fronte del +7,9% nel 2013, mentre i premi incassati con le assicurazioni vita individuali sono saliti dell'1,3% dopo tassi di crescita in parte negativi negli ultimi anni.

Nel settore Danni l'ASA stima la progressione all'1%, dopo il +1,6% l'anno precedente. In un mercato molto conteso ciò rappresenta comunque un'evoluzione ancora solida, si legge nel comunicato. Sul fronte delle spese gli assicuratori hanno beneficiato del fatto che nel 2014 non si sono registrati onerosi danni dovuti al maltempo.

Stando all'ASA le società del settore guardano al futuro con fiducia, pur restando vigili. Poiché hanno in gran parte assicurato i rischi valutari, gli effetti della revoca del tasso di cambio minimo per l'euro sugli investimenti dovrebbero essere limitati.

A perturbare le prospettive sono piuttosto l'atteso rallentamento congiunturale derivante dalla decisione della Banca nazionale svizzera e soprattutto l'inasprimento della situazione dei tassi bassi. Inoltre preoccupa la crescente regolamentazione del settore finanziario.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS