Navigation

Atene: sanzioni Ue se Turchia non cambia atteggiamento

Il premier greco Kyriakos Mitsotakis è certo che l'Ue imporrà sanzioni significative ad Ankra, se questa non cambierà atteggiamento. KEYSTONE/AP/PETROS GIANNAKOURIS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 settembre 2020 - 11:25
(Keystone-ATS)

I leader dell'Unione europea, che si riuniranno a fine settembre, non avranno "altra scelta" che imporre "sanzioni significative" nei confronti della Turchia se il governo di Ankara non cambierà atteggiamento rispetto alla crisi nel Mediterraneo Orientale.

Questo il messaggio lanciato oggi dal premier greco, Kyriakos Mitsotakis, in un intervento pubblicato sul quotidiano Le Monde.

"Prima della fine del mese, i leader dell'Ue si riuniranno in sessione straordinaria per decidere cosa fare. Se la Turchia rifiuta di ascoltare la ragione entro quella data, non vedo altra scelta, per i miei colleghi leader europei, se non quella di imporre sanzioni significative".

Mitsotakis è oggi in Corsica per il Med-7, il summit dei Paesi mediterranei dell'Unione europea presieduto dal presidente francese Emmanuel Macron.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.