Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'attacco alla base aerea militare indiana di Pathankot, nello Stato di Punjab, è stato rivendicato oggi dallo 'United Jihad Council' (Ujc), una coalizione di gruppi armati che operano nel Kashmir amministrato dall'India. Lo riferisce la tv Times Now.

In un comunicato diffuso a Srinagar, capitale estiva del Kashmir, il portavoce dell'Ujc, Syed Sadaqat Hussain, ha precisato che l'attacco è stato condotto "da militanti kashmiri associati ad una 'Highway Squad'".

Nel comunicato l'Ujc aggiunge che il governo indiano e i suoi media soffrono di una "fobia per il Pakistan". "Accusando il Pakistan di ogni attacco - si dice ancora - l'India non è mai riuscita in passato a diffamare la lotta per la libertà del Kashmir né riuscirà ad ottenere alcunché in futuro attraverso la sua propaganda velenosa".

Conosciuta anche con il nome di 'Muttahida Jihad Council', la Ujc è una coalizione formata nel 1994. Il suo attuale leader è Syed Salahuddin, capo dell"Hizb-ul-Mujahideen', il gruppo jihadista più importante attivo nel Jammu & Kashmir amministrato dall'India.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS