Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Attacco all'ambasciata israeliana di Ankara.

KEYSTONE/AP/BURHAN OZBILICI

(sda-ats)

Attacco all'ambasciata israeliana ad Ankara, in Turchia. Un assalitore ha preso di mira la sede diplomatica - secondo quanto riferiscono i media turchi - ed è stato ferito alla gamba dalle forze di sicurezza, che lo hanno catturato.

L'assalitore era armato di coltello. L'uomo sarebbe un turco di 36 anni con disturbi mentali, di nome Osman Nuri Caliskan. Lo riporta la Cnn Turk, secondo cui al momento dell'attacco avrebbe gridato: "Fermeremo il bagno di sangue in Medio Oriente".

I media parlavano inizialmente di due persone e un morto. Fonti diplomatiche israeliane confermano che tutto il personale dell'ambasciata è al sicuro e non ha subito alcun danno.

Secondo un comunicato del governatore della capitale turca, l'assalitore non ha legami con organizzazioni terroristiche.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS