Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A seguito dell'attacco di ieri sera a Tel Aviv che ha causato la morte di 4 israeliani, le forze di sicurezza hanno compiuto durante la notte numerosi arresti in controlli e perquisizioni nel villaggio di Atta vicino ad Hebron (Cisgiordania).

È il paese da dove provenivano i due palestinesi attentatori, che sono cugini.

L'esercito ha chiuso il luogo e sono permessi gli ingressi e le uscite solo per ragioni umanitarie. Nel frattempo, sempre ad Atta, è stata individuata la casa di uno dei due attentatori che potrebbe essere presto demolita secondo le norme approvate dal governo israeliano nei mesi scorsi contro le violenze durante la cosiddetta Intifada dei Coltelli.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS