Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Ha destato un senso di profondo orrore in Israele la strage avvenuta la scorsa notte nella colonia ebraica di Itamar, Cisgiordania settentrionale, che rappresenta uno degli attentati terroristici più gravi degli ultimi anni. Secondo gli investigatori uno o più palestinesi sono entrati in una abitazione , hanno pugnalato al collo i genitori che erano immersi nel sonno e poi con la medesima tecnica ha ucciso anche tre dei loro figli di 11 anni, 3 anni e tre mesi che dormivano in una stanza vicina.

Nell'abitazione c'erano due altri figli ancora, che non sono stati notati. La strage è avvenuta verso le dieci di sera, ora locale. Ma l'allarme è stato dato solo tre ore dopo, quando la figlia maggiore dei coniugi è tornata casa dopo aver visitato amici. In quel lasso di tempo l'attentatore è riuscito a dileguarsi in direzione di Nablus.

Il ministro degli esteri Avigdor Lieberman ha ordinato alla delegazione israeliana all'Onu di avanzare un protesta formale per l'attentato avvenuto la scorsa notte nell'insediamento di Itamar (Cisgiordania) dove una coppia di genitori e tre dei loro figli sono stati uccisi da uno o più attentatori palestinesi.

In un comunicato alla stampa Lieberman ha anche polemizzato con l'Autorità nazionale palestinese che finora non ha condannato la strage.

Per tutta la notte il premier Benyamin Netanyahu e il ministro della difesa Ehud Barak si sono consultati per esaminare le possibili ripercussioni dell'attentato, il più grave degli ultimi anni. In particolare si temono azioni di ritorsione da parte di coloni estremisti, che potrebbero destabilizzare ulteriormente la già grave situazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS