Navigation

Attrice iraniana a 90 frustate

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 ottobre 2011 - 11:17
(Keystone-ATS)

L'attrice iraniana Marzieh Vafamehr è stata condannata a un anno di prigione e novanta frustate per aver interpretato il ruolo di protagonista nel film 'My Teheran for salè, sulle difficoltà che incontrano gli artisti nella Repubblica islamica.

Lo rende noto il sito dell'opposizione iraniana Kalame.com, aggiungendo che l'avvocato della donna ha presentato ricorso. Marzieh Vafamehr era già stata arrestata lo scorso luglio proprio a causa del film, oggetto di dure critiche da parte dei conservatori.

La pellicola, coprodotto dall'Australia, racconta la storia di una giovane attrice che vive a Teheran, dove il teatro è interdetto dalle autorità ed è quindi costretta a vivere in clandestinità per potersi esprimere artisticamente. L'agenzia di stampa Fars ha reso noto che il film non ha ricevuto l'autorizzazione per la diffusione ed è proiettato illegalmente. L'attrice è stata rilasciata a fine luglio dopo avere pagato una cauzione di cui non è stato rivelato l'importo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?