Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Non piace la revisione della legge sul tabacco che consentirebbe al Consiglio federale di continuare ad aumentare gradualmente il prezzo del pacchetto di sigarette fino a 11 franchi. In procedura di consultazione, giunta a scadenza ieri, le organizzazioni attive nel settore della prevenzione hanno fatto sapere che vogliono misure più incisive. PLR e UDC hanno manifestato la loro contrarietà. Solo il PS si è detto favorevole.

UDC, PLR e Unione svizzera delle arti e mestieri (USAM) nelle loro prese di posizione indicano che la tassa è già oggi al limite del sopportabile.

Swiss Tabac e Swiss Cigarette, che riuniscono i tre maggiori produttori, sono pronte a sostenere la proposta del governo, concedendogli però un margine ridotto del 50% (1.95 franchi). Di segno opposto i commenti dell'Associazione per la prevenzione del tabagismo e di altre organizzazioni attive in questo settore: il margine dovrebbe essere portato al 100% (3.50 franchi).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS