Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Alta corte australiana, la più importante giurisdizione del paese, ha vietato oggi i matrimoni omosessuali, pochi giorni dopo la celebrazione delle prime unioni gay nella capitale Canberra, la cui assemblea legislativa aveva votato a favore delle nozze tra persone lo stesso sesso.

"La legge sul matrimonio non è valida per la formazione o il riconoscimento delle nozze per coppie dello stesso sesso", ha dichiarato la Corte, che ha votato la decisione all'unanimità.

"Secondo la Costituzione e la legge federale come è oggi, un'autorizzazione legale del matrimonio omosessuale dipende dal parlamento federale", hanno aggiunto i giudici.

La decisione dell'Alta corte rende incostituzionali e quindi annullate le 27 unioni gay celebrate nei giorni scorsi a Canberra.

Il pronunciamento del Parlamento australiano è atteso per oggi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS