Navigation

Austria: 120 passeggeri di un battello svizzero tratti in salvo

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 giugno 2013 - 13:38
(Keystone-ATS)

La polizia di Linz, nel nord dell'Austria, domenica mattina ha posto in salvo 120 passeggeri di un battello svizzero che rischiava di schiantarsi contro un ponte ferroviario a causa dell'alto livello del Danubio. L'operazione ha evitato una catastrofe, ha reso noto solo oggi un comunicato della polizia.

Una pattuglia di agenti del Land dell'Alta Austria, severamente colpito dalle alluvioni, ha notato verso le 7.15 del mattino che l'imbarcazione, lunga 120 metri, era attraccata nelle immediate vicinanze di un ponte. In quel momento lo spazio disponibile sotto il viadotto era di 6,40 metri.

I poliziotti hanno allora informato il capitano dell'imbarcazione, il quale ha appurato che la sua nave sporgeva dal pelo dell'acqua per 6,20 metri. È stato allora deciso di far scendere a terra i 120 passeggeri, lungo la passerella che ormai era già stata coperta dall'acqua.

Una volta terminata l'evacuazione del battello, la crescita del livello del fiume aveva lasciato sotto il ponte solo 6,30 metri a disposizione, ridottisi poi ulteriormente a 6,20 subito dopo il passaggio dell'imbarcazione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.