Navigation

Austria, la casa di Hitler verrà "neutralizzata"

Qui nacque il dittatore. KEYSTONE/AP/Kerstin Joensson sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 giugno 2020 - 13:30
(Keystone-ATS)

Il palazzo che ospita l'appartamento in cui nacque Adolf Hitler verrà "neutralizzato", prima della sua prevista trasformazione in commissariato di Polizia.

Verrà fatta un'operazione di 'face lifting' architettonica pensata per porre fine al flusso di simpatizzanti neonazisti in "pellegrinaggio" nella città austriaca di Braunau am Inn, ai confini con la Germania.

"Un nuovo capitolo sarà aperto per il futuro dalla casa natale di un dittatore e un assassino di massa", ha detto ai media il ministro dell'Interno austriaco Karl Nehammer.

Il governo di Vienna espropriò il palazzo nel 2016 e lo scorso novembre annunciò che avrebbe ospitato un commissariato di Polizia. Ora, riporta la Bbc online, lo studio di architettura Marte.Marte Architetti si è aggiudicato l'appalto che entro il 2023 darà all'edificio una nuova facciata e un nuovo tetto, per un costo di circa 5 milioni di euro. Inoltre, una lapide con la scritta "Mai più il fascismo" che attualmente si trova davanti al palazzo verrà spostata in un museo di Vienna.

"La neutralizzazione di questo sito era in definitiva" l'obiettivo della gara d'appalto che ha visto 12 concorrenti, ha detto Hermann Feiner, un funzionario del ministero dell'Interno.

Hitler trascorse solo qualche giorno in quell'appartamento poiché poche settimane dopo la sua nascita nell'aprile 1989 la sua famiglia si trasferì in un'altra abitazione della zona e lasciò la città quanto il piccolo compì tre anni. Tuttavia, da anni il sito è un luogo di culto e di raduni nostalgici per i simpatizzanti neonazisti di tutto il mondo.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.