Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

Austria: morto Gert Voss, gigante del palcoscenico

Gert Voss, il celebre attore teatrale, è morto ieri a Vienna a 72 anni. È deceduto dopo una "breve e difficile malattia", ha reso noto oggi il Burgtheater, la sua casa artistica e tempio del teatro germanofono. Era un gigante del palcoscenico, un attore completo, colto. Leggendaria la sua voce, la sua dizione e l'interpretazione dei grandi classici messi in scena dai principali registi del mondo. L'agenzia austriaca Apa ha annunciato la sua morte con un "flash" e anche il cancelliere Werner Faymann ha espresso il suo cordoglio.

Tedesco di nascita, Voss viveva a Vienna da circa trent'anni ed è stato per decenni il protagonista incontrastato del Burgtheater. Ha lavorato con i maggiori registi teatrali del nostro tempo: George Tabori, Luc Bondy, Peter Stein , Claus Peymann, Peter Zadek, Thomas Langhoff, dando corpo agli eroi del grande teatro classico: Shakespeare (fra gli altri Riccardo III, Il Mercante di Venezia, La Tempesta, Re Lear, Otello, Giulio Cesare) Cechov (Zio Vania, Ivanov, Il giardino dei ciliegi), Schiller, Goethe, Lessing, Kleist, Moliere, Strindberg, Ibsen ma anche autori moderni e contemporanei (Peter Handke, Thomas Bernhard, Genet, Tabori, Peter Turrini).

Reazioni di cordoglio sono giunte da ogni parte, in primis dal Burgtheater e dal Festival di Salisburgo, che lo ricorda per una interpretazione storica dello Jedermann di Hugo von Hofmannsthal. "L'attore titano era arrivato nell'Olimpo del teatro, con Gert Voss il Burgtheater perde un virtuoso della recitazione con un' aura fenomenale", ha detto la direttrice ad interim Karin Bergmann.

"Perdiamo un grande attore", ha commentato il cancelliere Faymann: "con i suoi tanti ruoli ha saputo trascinare il pubblico". Per quel che ci ha regalato, "gli dobbiamo il nostro grazie e riconoscimento". "Gert Voss era una parte della mia vita, con lui se n'è andato il compagno più importante del mio lavoro teatrale", "mi viene da piangere", ha detto Claus Peymann, ex direttore ai tempi d'oro del Burgtheater e oggi direttore del Berliner Ensemble.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.