Navigation

Austria: presidente a cena fuori oltre le 23, e si scusa

Il presidente austriaco Alexander Van der Bellen KEYSTONE/AP/Ronald Zak sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 24 maggio 2020 - 20:43
(Keystone-ATS)

Il presidente austriaco Alexander Van der Bellen si è scusato per essere rimasto in un ristorante dopo l'orario di chiusura delle 23 previsto dal governo come parte delle misure anti-coronavirus.

"Sono uscito per la prima volta dopo il blocco con due amici e mia moglie", ha scritto Van der Bellen su Twitter: "Chiacchierando, abbiamo perso la cognizione del tempo. Mi dispiace sinceramente, è stato un errore".

Il presidente, spiega il Guardian, si riferiva ad una circostanza riportata dal giornale Kurier secondo cui una pattuglia della polizia lo aveva trovato sulla terrazza di un ristorante italiano nel centro di Vienna, ieri sera dopo mezzanotte. Il proprietario ha spiegato che pensava di aver seguito le regole, semplicemente interrompendo il servizio alle 23 e credendo che i clienti sarebbero potuti rimanere oltre. Il locale potrebbe essere multato ma Van der Bellen ha spiegato che se ne "assumerebbe la responsabilità".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.