Navigation

Austria vuole concludere accordo fiscale rapidamente

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 marzo 2012 - 15:49
(Keystone-ATS)

L'Austria vuole concludere al più presto un accordo fiscale con la Svizzera. La ministra delle finanze Maria Fekter ha dichiarato oggi di aver concordato telefonicamente con la sua omologa Eveline Widmer-Schlumpf di non voler attendere l'esito delle trattative tra la Svizzera e la Germania.

Stando all'agenzia di stampa austriaca APA, il colloquio telefonico è avvenuto ieri. Sempre secondo l'APA, il segretario di stato Michael Ambühl doveva incontrare oggi il responsabile delle questione fiscali internazionali austriaco Wolfgang Nolz.

Vienna ritiene che sui conti bancari elvetici si trovino tra 12 e 20 miliardi di euro non dichiarati al fisco da cittadini austriaci. Il governo austriaco ha già iscritto nei preventivi del 2013 introiti di un miliardo di euro come conseguenza di un futuro accordo.

Il portavoce della Segreteria di stato per le questioni finanziarie internazionali (SFI), Mario Tuor, ha spiegato all'ats che con l'Austria sono in corso discussioni a svariati livelli. Egli ha però sottolineato che "vogliano avere chiarezza con la Germania prima di negoziare con l'Austria". Per questo motivo Tuor giudica ambizioso il piano della Fekter di concludere un accordo entro fine anno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?