Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

FRANCOFORTE - L'esaurirsi in tutta Europa dei programmi governativi di eco-incentivi all'acquisto di nuove vetture e una situazione economica ancora critica hanno determinato durante i mesi estivi un crollo delle vendite di nuove autovetture, con ribassi a due cifre sia a luglio che agosto. I dati ufficiali di entrambi i mesi estivi verranno diffusi dall'Acea giovedì prossimo, ma gli analisti li hanno già anticipati.
A luglio il tonfo del mercato è stato del 17,4%, determinato da un pesante crollo di tutti e cinque i principali mercati europei (Germania -30%, Francia -10%, Italia -26%, Gran Bretagna -13%, Spagna -24%). Ad agosto, invece, le stime degli analisti si riferiscono solo all'Europa occidentale, a cui comunque appartengono i principali mercati del Vecchio Continente, e danno una stima delle vendite di nuove vetture in calo tra il 13,4% evidenziato da IHS Global Insight ed il 14,2% registrato da J. D. Power.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS