Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Questa mattina presto, durante un controllo della polizia a Buchs (AG), ad un automobilista è stato riscontrato un tasso alcolico dell'1,6 permille. Per depistare gli agenti, il 36enne ha mostrato la patente del fratello, ha comunicato oggi la stessa polizia cantonale.

Inizialmente l'inganno ha quasi funzionato, ma i poliziotti hanno deciso di fare controlli più approfonditi, scoprendo che quello che avevano in mano non era il documento dell'automobilista.

L'uomo aveva tutti i motivi per celare la sua identità: è stato fermato più volte al volante ubriaco e al momento non era in possesso di una patente valida.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS