Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - I peggiori automobilisti della Svizzera, secondo comparis.ch, sono quelli che vivono in campagna e hanno superato la settantina, maschi piuttosto che femmine, malgrado il detto "donna al volante, pericolo costante". I ticinesi risultano autocritici e riconoscono la propria indisciplina, mentre in Romandia i ginevrini sono le pecore nere.
L'indagine, su un campione di oltre 1000 persone di tutte le regioni linguistiche, è stata realizzata dall'istituto di ricerca sociale e di mercato GfS di Zurigo, tra la fine di giugno e l'inizio di luglio.
La maggioranza degli intervistati è d'accordo nel considerare le telefonate e l'invio di SMS alla guida come l'indizio più grande per identificare un pessimo conducente. Seguono l'eccessiva vicinanza agli altri veicoli, il guidare lentamente e lo sfrecciare a tutta velocità. Parcheggiare in modo inappropriato, invece, pare non essere un grande problema se non per una minoranza degli intervistati. Il fatto che poi gli uomini parlino spesso e volentieri in maniera poco garbata delle abilità di parcheggio delle donne non è stato comprovato dallo studio.
Alla domanda specifica sul peggior automobilista sembra emergere clamorosamente la paura dei partecipanti al sondaggio nei confronti degli uomini anziani provenienti dalla campagna. È proprio nei conducenti di settant'anni e passa che il 47% degli intervistati riconosce il pericolo più incalzante. A ruota segue la fascia dai diciotto ai trenta anni, con un 32%. L'autista peggiore viene dalla campagna per il 43% intervistati, dalla città per il 30%, ed è uomo secondo il 49%. Soltanto il 28% degli intervistati, invece, designa la donna.
A uscire malconcia dallo studio è soprattutto l'arte di guida maschile. Il 47% delle donne ritiene che il peggiore automobilista sia un uomo, mentre solo il 33% degli uomini manifesta l'opinione opposta.
Da una suddivisione per regione, questo il quadro: i romandi individuano chiaramente il loro conducente peggiore a Ginevra, con il 19% delle risposte. La Svizzera italiana si è dimostrata oltremodo autocritica: il 34% ritiene che i ticinesi siano i peggiori automobilisti del paese. Nella Svizzera tedesca, invece, il titolo spetta nettamente agli argoviesi, con una quota del 21%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS