Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tutti i conducenti di autopostali devono beneficiare delle stesse condizioni salariali ed essere sottoposti allo stesso contratto collettivo. È quanto chiede una petizione consegnata alla direzione della Posta svizzera e firmata da oltre 800 autisti che lavorano per subfornitori dell'ex regia federale, i cosiddetti imprenditori di AutoPostale (IP).

I conducenti impiegati direttamente da AutoPostale beneficiano di un contratto collettivo di lavoro (CCL), mentre le persone assunte dagli IP devono accontentarsi di un regolamento sul personale molto meno vantaggioso, soprattutto per quanto riguarda il salario. Le differenze, già presenti agli stipendi iniziali, possono raggiunge anche i 10'000 franchi all'anno dopo dodici anni di anzianità, afferma un comunicato di syndicom.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS