Navigation

Aviazione, a rischio 25 milioni di posti di lavoro

Gli aerei non viaggiano più. KEYSTONE/AP/Michael Probst sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 aprile 2020 - 17:05
(Keystone-ATS)

Circa 25 milioni di posti di lavoro rischiano di scomparire con il crollo della domanda di trasporto aereo per la crisi Covid-19.

Lo stima l'Associazione internazionale del trasporto aereo (Iata), spiegando che la vita di circa 65,5 milioni di persone dipende dal settore dell'aviazione, considerando anche settori come i viaggi e il turismo. Tra questi 2,7 milioni sono posti di lavoro nelle compagnie aeree.

In uno scenario in cui le restrizioni nei viaggi durassero per tre mesi, le stime della Iata calcolano che circa 25 milioni di posti di lavoro nell'aviazione e nei settori collegati siano a rischio nel mondo. In particolare, 11,2 milioni di posti nell'Asia-Pacifico, 5,6 milioni in Europa, 2,9 milioni nell'America Latina, 2 milioni in Africa e 0,9 milioni in Medio Oriente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.