Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In nemmeno due giorni dal suo lancio, l'"appello urgente" del comitato costituitosi per contrastare l'iniziativa UDC "per l'attuazione dell'espulsione degli stranieri che commettono reati" ha già raccolto l'adesione di 22'911 persone e donazioni per 417'140 franchi.

Formato da 200 personalità della società civile, l'"appello urgente" ("Dringenden Aufruf") lanciato dal comitato "No alla disumana iniziativa UDC" sta suscitando un'eco che va oltre le attese.

Citata dal portale del "Blick", la coordinatrice della campagna, Andrea Arezina, si è detta incredula. Per quanto riguarda le donazioni, gli importi media oscillano tra 20 e 100 franchi, anche se vi è chi ha versato molto di più (fino 5 mila franchi).

Il denaro verrà utilizzato per affiggere cartelloni un po' in tutto il paese - da 600 iniziali si potrebbe salire a 1000 - contro l'iniziativa, ha affermato Arezina al "Blick".

Tra le personalità ticinesi che per prime hanno firmato il manifesto figurano l'architetto Mario Botta, l'oncologo Franco Cavalli, l'ex consigliere di stato Gabriele Gendotti, l'ex consigliere agli Stati Dick Marty e il clown Dimitri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS