Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Banca cantonale grigione (BCG) ha realizzato lo scorso anno un utile di 163,7 milioni di franchi, in aumento dell'1,6% rispetto al 2013. L'utile lordo è per contro diminuito del 3,3% a 207,3 milioni. Il dividendo resta invariato a 38 franchi, ha comunicato oggi l'istituto.

I proventi lordi ammontano a 381,8 milioni, in calo dell'1,2%. Il risultato delle operazioni su interessi è diminuito (-2,6%) a causa del sempre basso livello dei tassi del mercato monetario e dei capitali.

Il risultato da operazioni in commissione e da prestazioni di servizio è leggermente aumentato a 113,2 milioni di franchi (+0,1%). La flessione delle transazioni nelle attività di consulenza e la modifica della struttura clienti hanno potuto essere compensate dall'evoluzione positiva nei mandati di gestione patrimoniali, mentre le attività di negoziazioni sono salite del 4,9% a 19,7 milioni.

L'afflusso netto di nuovi fondi è stato negativo di 182,7 milioni di franchi. I fondi gestiti della clientela hanno per la prima volta oltrepassato i 30 miliardi attestandosi a 30,2 miliardi (+2,2%). I costi d'esercizio sono da parte loro aumentati dell'1,4% a 174,5 milioni.

Per il 2015 la BCG prevede un contesto difficile caratterizzato da tassi del mercato monetario e dei capitali negativi. Nonostante la rimozione della soglia minima del tasso di cambio sull'euro e i tassi negativi l'istituto si attende "un solido utile" compreso tra 160 e 170 milioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS