Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Banca privata Syz & Co di Ginevra, specializzata nella gestione patrimoniale e con filiali anche in Ticino, il 25 marzo comparirà al Tribunale di grande istanza di Parigi con l'accusa di lavoro nero. Il caso riguarda un solo dipendente licenziato nel 2009, ha indicato all'agenzia finanziaria awp il portavoce di Syz.

Diversi capi d'accusa avanzati nei confronti dell'istituto ginevrino sono stati abbandonati nel corso degli anni. L'udienza stabilirà se la banca abbia commesso l'infrazione di "lavoro dissimulato", e nella peggiore delle ipotesi - secondo il portavoce - dovrebbe pagare una multa. L'ex dipendente - ha precisato - era stato licenziato per una grave mancanza, e ha quindi avviato una causa.

Nei confronti della Banca Syz & Co era stato aperto un procedimento formale di incriminazione ("mise en examen") il 2 ottobre del 2013. La vicenda, che si limita a questioni piuttosto tecniche del diritto di lavoro, riguarda un solo dipendente: un francese incaricato di commercializzare fondi di investimento presso la clientela istituzionale, che era stato licenziato nel luglio 2009.

La Banca Syz & Co, specializzata nella gestione patrimoniale, ha iniziato ad operare nel 1996. Ora gestisce fondi per 31 miliardi di franchi e occupa circa 450 persone, 265 delle quali a Ginevra. Oltre alla sede di Ginevra è attiva a Zurigo, Lugano e Locarno, nonché - all'estero - a Milano, Roma, Madrid, Bilbao, Londra, Parigi, Bruxelles, Lussemburgo, Nassau e Hong Kong.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS