Navigation

Banca ginevrina Syz a marzo in tribunale in Francia per lavoro nero

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 febbraio 2015 - 18:13
(Keystone-ATS)

La Banca privata Syz & Co di Ginevra, specializzata nella gestione patrimoniale e con filiali anche in Ticino, il 25 marzo comparirà al Tribunale di grande istanza di Parigi con l'accusa di lavoro nero. Il caso riguarda un solo dipendente licenziato nel 2009, ha indicato all'agenzia finanziaria awp il portavoce di Syz.

Diversi capi d'accusa avanzati nei confronti dell'istituto ginevrino sono stati abbandonati nel corso degli anni. L'udienza stabilirà se la banca abbia commesso l'infrazione di "lavoro dissimulato", e nella peggiore delle ipotesi - secondo il portavoce - dovrebbe pagare una multa. L'ex dipendente - ha precisato - era stato licenziato per una grave mancanza, e ha quindi avviato una causa.

Nei confronti della Banca Syz & Co era stato aperto un procedimento formale di incriminazione ("mise en examen") il 2 ottobre del 2013. La vicenda, che si limita a questioni piuttosto tecniche del diritto di lavoro, riguarda un solo dipendente: un francese incaricato di commercializzare fondi di investimento presso la clientela istituzionale, che era stato licenziato nel luglio 2009.

La Banca Syz & Co, specializzata nella gestione patrimoniale, ha iniziato ad operare nel 1996. Ora gestisce fondi per 31 miliardi di franchi e occupa circa 450 persone, 265 delle quali a Ginevra. Oltre alla sede di Ginevra è attiva a Zurigo, Lugano e Locarno, nonché - all'estero - a Milano, Roma, Madrid, Bilbao, Londra, Parigi, Bruxelles, Lussemburgo, Nassau e Hong Kong.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.