Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

CITTÀ DEL VATICANO - La Santa Sede, in riferimento all'accusa di riciclaggio contro i massimi dirigenti dello Ior, ribadisce "la sua totale fiducia nei dirigenti" della banca, e "la volontà di fare piena trasparenza sulle operazioni finanziarie compiute": lo afferma il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi, in una lettera indirizzata al Financial Times, il cui testo integrale è stato diffuso in mattinata nella sala stampa della Santa Sede.
"La natura e lo scopo delle operazioni che sono oggetto d'indagine - ribadisce padre Lombardi in linea con i precedenti interventi di fonte vaticana - "potevano essere chiariti con estrema semplicità e rapidità, trattandosi di operazioni di tesoreria di cui è destinatario lo stesso Istituto su conti di sua pertinenza esistenti presso altri istituti di credito".
"Il problema con cui abbiamo a che fare è stato causato da un equivoco, che ora si sta esaminando, tra lo Ior e la banca che ha ricevuto l'ordine di trasferimento", dice ancora Padre Lombardi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS