Navigation

Banca mondiale avverte Russia: rischi come Grecia

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 giugno 2011 - 17:31
(Keystone-ATS)

La Banca Mondiale lancia l'allarme debito sulla Russia, avvertendo che Mosca si potrebbe trovare nelle stesse condizioni della Grecia se il governo non inizia a tagliare la spesa.

"Entro il 2030 il debito toccherà livelli insostenibili, come quello della Grecia, se nulla cambia", ha detto il rappresentante della Banca Mondiale per la Russia, Sergei Ulatov.

"Al momento" Mosca è "sostenuta dai prezzi del petrolio" piuttosto che da "una prudente politica macroeconomica", ha sottolineato, aggiungendo che già fra quattro anni la Russia non sarà più in grado di coprire il deficit nei fondi pensione, anche nel caso in cui il prezzo del greggio russo dovesse continuare a mantenersi intorno ai 115 dollari al barile.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?